Codice Etico Associazione Nazionale Italiana Chow Chow

Testo definitivo approvato dal Consiglio Direttivo in data 09 febbraio 2020
In attesa ratifica E.N.C.I.

Il Codice Etico dell’Associazione Nazionale Italiana Chow Chow (ANICC) ha lo scopo di essere una linea guida per la protezione e il miglioramento della razza, deve servire l’interesse e la tutela della razza Chow Chow e si consiglia a tutti i Soci di rispettarlo in ogni sua parte.

 

  • accettare il Codice Etico dell’Associazione al momento dell’iscrizione

 

  • conoscere, condividere e rispettare il codice etico del Club

 

  • conoscere e rispettare i regolamenti E.N.C.I.  e  F.C.I.  

 

  • tenere una condotta sportiva e a comportarsi in modo tale da mettere in buona luce la razza Chow Chow e l'attività espositiva

 

  • con riferimento ai social network, ogni socio è responsabile delle proprie azioni.  Pertanto l’uso del web, le prese di posizione e i      commenti non possono risultare lesivi verso l’Associazione e nei confronti di qualsiasi persona fisica/giuridica o animale oltre che          allo Standard di razza.


Salute e condizioni di mantenimento dei cani

 

  1. Tutti i soci possessori di Chow Chow manterranno i propri cani nelle migliori condizioni di benessere e salute, con adeguate             cure,  pulizia, igiene, esercizio fisico e contatto con le persone per tutta la durata della loro vita.

  2. Il benessere del cane deve sempre prevalere su ogni umana vanità o possibilità di guadagno.

  3. Ogni proprietario di un cane di razza Chow Chow si impegna documentarsi a fondo sulla razza, a conoscerne pregi ed                eventuali difetti.


Allevamento, selezione e riproduzione


L'allevatore socio ANICC alleva per MIGLIORARE LA RAZZA e avrà sempre ben presente che la reputazione di una razza è nelle mani dei suoi allevatori e si atterrà pertanto a quanto segue:

 

  1. Accoppiare soltanto con l'intento di migliorare la razza, trovando famiglie adatte ai cuccioli.

  2. Stalloni, fattrici e tutti gli altri cani presenti in allevamento dovranno essere tenuti in condizioni igienico-sanitarie adeguate, con           spazi interni ed esterni adeguati alle loro necessità fisiche e caratteriali.  

  3. Il numero dei cani posseduti da un allevatore dovrebbe sempre essere tale da consentire all'allevatore stesso la possibilità di             mantenere con ognuno dei suoi cani quel rapporto cane-padrone fondamentale per il temperamento e la salute del cane stesso.  

  4. Tutti i cani, stalloni, fattrici e cuccioli saranno provvisti di regolare microchip e iscrizione all’Anagrafe Canina.  

  5. Ogni allevatore programmerà una cucciolata solo quando sarà in grado di assistere fattrice e cuccioli fino alle otto settimane previste, fornendo loro le attenzioni e la socializzazione adeguata.

  6. E’ fatto obbligo a tutti i soci, allevatori e non, di far riprodurre solo cani iscritti al Libro Genealogico Italiano o a Libri esteri riconosciuti dall’ FCI, di non vendere cani non iscritti al Libro Genealogico, di non agire come prestanome per la registrazione al Libro Genealogico di riproduttori o di cucciolate.

  7. Dovranno essere scelti soltanto soggetti di buon temperamento e buona qualità, secondo i dettami stabiliti dallo standard di razza.

  8. Si sconsiglia di effettuare accoppiamenti con femmine di età inferiore ai 15 mesi ed è altresì sconsigliato l'utilizzo delle stesse al di sopra dei 7 anni di età, con possibile deroga dietro presentazione di certificato veterinario.

  9. Si sconsiglia l'utilizzo della medesima fattrice per due cucciolate consecutive (tra una cucciolata e l’altra dovranno passare almeno 8 mesi). Contravvenendo a questa norma, per una nuova nascita, dovranno trascorrere 365 gg dalla data di nascita dell’ultima cucciolata.

  10. Si pone l’obbligo che una fattrice, a salvaguardia del suo benessere, non abbia più di 5 cucciolate con parto naturale nella sua vita oppure 3 con cesareo.

  11. Ogni proprietario di stallone dovrebbe tenere presente i punti suddetti riguardanti le fattrici, quando il suo soggetto viene chiesto per una monta.

Vendita e/o affido

L'allevatore esaminerà scrupolosamente i potenziali acquirenti dei suoi cuccioli per garantire sia il bene del cucciolo sia quello dei nuovi proprietari.
Darà tutte le informazioni sulla razza descrivendone pregi e difetti.
Scoraggerà dall'acquisto le persone ritenute inadatte al temperamento del Chow Chow.

  1. Al momento della consegna del cucciolo, che non avverrà prima dei 60 giorni di vita, fornirà al nuovo proprietario:i nomi da pedigree dei genitori del cucciolo e mostrerà i loro pedigree oltre alla registrazione del modello A

  2. il libretto delle vaccinazioni

  3. la certificazione di effettuato inserimento microchip e di iscrizione all’Anagrafe Canina e certificato di registrazione di passaggio di proprietà debitamente firmato.

  4. le istruzioni sull'alimentazione, sul corretto mantenimento e sulla socializzazione

Il socio allevatore NON VENDE cuccioli a negozianti, né a rivenditori di animali di qualunque tipo e nemmeno a persone che sospetta abbiano l'intenzione di rivendere il cucciolo a terzi.


Il socio allevatore non fa commercio di cani per conto di altri, né opera alcuna intermediazione a scopo di lucro sull'acquisto di cani.  


Il socio allevatore, nel caso in cui un cucciolo presenti difetti morfologici conclamati, DEVE informarne l'acquirente, mettendolo al corrente del problema.  


Nel caso di affidamento di cani, se rivelatisi affetti da un qualunque difetto ereditario certificato, l'affidamento avverrà dopo la sterilizzazione del cane stesso.  


Il socio allevatore ANICC è ben consapevole che qualunque cane, comprato, venduto o allevato, è una responsabilità per la vita.


Esposizioni

L'espositore socio ANICC è obbligato a mantenere sempre un comportamento corretto fuori e dentro il ring, sia con gli altri espositori che con i giudici.


Deve avere il massimo rispetto dei luoghi dove sono ospitate le esposizioni, tenendo sempre presente che il suo comportamento si riflette sull’Associazione.  


L'espositore/allevatore socio ANICC non farà in nessun modo pubblicità fuorviante e/o non veritiera sui suoi soggetti e non getterà discredito su altri espositori/allevatori e sui loro soggetti.


Il socio ANICC si impegna a non aderire ad associazioni cinofile non riconosciute da ENCI o che si propongono in contrasto con ANICC.

sede: Via dei Boschi, 20 - Volta Mantovana (MN)

C.F. 97054700154

pec: anicc@pec.enci.it

©2018 by Associazione Nazionale Italiana Chow Chow

Riconosciuta da ENCI e FCI quale Società Specializzata per la razza Chow Chow

FCI.png
logo-enci-2x.png
  • Black Facebook Icon
  • Black YouTube Icon